La lotta allo spreco è un’abitudine presente in quasi ogni famiglia. Spesso, per non gravare eccessivamente sullo stipendio, vengono adottate delle regole da rispettare che possono alleggerire, e non di poco, le bollette.

Com’è possibile tagliare ulteriormente le spese?

Stacca la spina ai dispositivi elettrici

Sembra un’azione banale, ma non è così. Ogni Qualvolta finisci di utilizzare un dispositivo alimentato a corrente, stacca la spina. Gli apparecchi elettronici, anche se vengono spenti, continuano comunque ad assorbire una minima quantità di energia elettrica se non viene tolta loro la spina.

Acquista elettrodomestici di classe A (o superiori)

L’acquisto di un elettrodomestico deve essere ragionato. I microonde, i condizionatori, le lavatrici, le asciugatrici, le lavastoviglie e altri apparecchi, se acquistati e utilizzati in maniera errata, possono gravare pesantemente sulle spese casalinghe.

Per non incappare in modelli “spreconi” è opportuno acquistare gli elettrodomestici in base alla classe di risparmio a cui appartengono. Si tratta di una scala di valutazione che va dalla G (consumo annuo estremamente eccessivo) fino alla A+++ (consumo annuo estremamente ridotto).

Sostituisci le lampadine

I vecchi modelli di lampadine consumano un’eccessiva quantità di energia elettrica con un risultato in termini di illuminazione non sempre sufficienti. Da qualche anno sono in commercio modelli di lampadine a LED che offrono una serie di vantaggi.

Innanzitutto riescono a emettere un flusso di luce 5 volte superiore a quello di una normale lampadina, con un’assorbimento elettrico ridotto. Sono più sicure, perché mantengono una temperatura fredda anche dopo un lungo utilizzo, e hanno una durata superiore alle comuni lampadine.

Fai una spesa ragionata

Spesso ci si reca al supermercato senza avere un’idea ben precisa di cosa acquistare, finendo per portare a casa anche prodotti di cui non si ha una stretta necessità.

Il modo migliore per evitare acquisti superflui è quello di stilare una lista della spesa che riporti in maniera precisa quali prodotti acquistare. Optare per una marca meno prestigiosa può portare a un ulteriore risparmio.

Cucina il necessario

Passare ore e ore ai fornelli può generare una spesa non indifferente. Ridurre il numero di cibi da cucinare farà risparmiare il gas contenuto nella bombola o l’utilizzo del metano (per chi è munito di tale alimentazione).

Controlla il sistema idraulico

I classici rubinetti che perdono dal lavello della cucina, o dal bagno, sono responsabili di uno spreco d’acqua che a fine mese può rendere la bolletta più salata.

Controllare e sostituire rubinetti, sifoni, e altre parti idrauliche consente di individuare e sostituire il pezzo non più efficiente ed eliminare il problema dello sgocciolamento continuo.

Sostituisci guarnizioni e infissi

Lo stato di efficienza di infissi e guarnizioni è spesso molto sottovalutato. Se in casa sono presenti infissi vecchi e danneggiati è opportuno sostituirli con modelli all’avanguardia in gradi di isolare termicamente l’abitazione e garantire un clima più stabile, senza bisogno di dover ricorrere all’uso di stufe o pompe di calore. Le guarnizioni agevolano il lavoro di isolamento e se risultano danneggiate non riescono nella loro funzione.

Tra l’altro è possibile usufruire del bonus infissi 2020 per dare nuova vita alla casa e risparmiare sulle bollette del riscaldamento.

Isola i muri

I lavori di isolamento termico dei muri stanno prendendo sempre più campo nel nostro paese.

Si tratta di un lavoro di isolamento termico e acustico che attraverso l’utilizzo di guaine di gomma, cartongesso o sughero consente una tenuta termica dell’abitazione. Si può arrivare a risparmiare il 20% in meno sui costi di riscaldamento o raffreddamento.

Consuma gli alimenti prima della scadenza

Può capitare che la merce in dispensa venga lasciata lì per un lungo periodo fino a raggiungere la data di scadenza.

Consumare il cibo entro breve tempo può aiutare la lotta allo spreco di denaro e degli alimenti.

Coltiva verdure ed erbette in casa

Non è importante avere un’appartamento o una villa: è possibile coltivare in entrambi i casi anche in assenza di un giardino.

È necessario munirsi di vasi per piante e dislocarli in posti illuminati dal sole e all’aperto (balcone, terrazzo, ecc.). Questo consente di risparmiare sull’acquisto di alcuni tipi di frutta e verdura.