A partire dalle ore 12 di martedì 7 aprile sino alle ore 12 di venerdì 29 maggio 2020, sarà possibile presentare la domanda per il bonus Dote Scuola 2020/2021 – Materiale didattico. Di cosa si tratta? Quali articoli è possibile richiedere? Cosa è necessario avere per richiedere il contributo?

Rispondendo ai suddetti quesiti, verrà analizzato nei dettagli tutto quello che occorre sapere circa la presentazione della domanda attinente questo bonus, stanziato dalla Regione Lombardia in un periodo in cui le scuole sono chiuse a causa dell’emergenza Coronavirus.

In cosa consiste il bando Dote Scuola – Materiale didattico?

Trattasi di un contributo che la regione Lombardia eroga per permettere il sostenimento di spese inerenti all’acquisto di strumenti per la didattica, per dotazioni tecnologiche e per libri di testo. Appartengono a quest’ultima categoria i testi di narrativa.

Gli e-book, meglio noti come libri digitali, fanno parte della seconda. Infine, rientrano nella prima tutti gli strumenti per il disegno artistico e per quello tecnico.

Quali articoli invece non godono del contributo in oggetto?

Astucci, cartelle, diari, matite, colori, acquarelli, penne, fogli, pennarelli e quaderni non rientrano nella categoria di articoli che godono del contributo, per il semplice motivo che vengono classificati come semplici beni di consumo.

Chi può presentare la domanda?

Requisiti indispensabili per la presentazione della domanda sono la residenza nella Lombardia e l’iscrizione presso un istituto superiore di primo o di secondo grado, statale oppure paritario. La scuola frequentata può avere sede in Lombardia o in una regione limitrofa. L’importante è che chi studia rientri presso la propria residenza. Lo stesso discorso è valevole anche per gli istituti formativi accreditati dalla regione lombarda.

Quali sono gli altri requisiti da avere, per poter presentare la domanda e per richiedere il contributo?

Sono sostanzialmente altri tre, i requisiti fondamentali, indispensabili per la richiesta del contributo.

Il primo riguarda l’ISEE che non può andare oltre alla soglia di 15.758,78 euro. La regione Lombardia, in questo modo, conferma le attestazioni ISEE, entrate in vigore ad inizio del 2020.

Il secondo riguarda il possesso di un numero di telefono cellulare e di un indirizzo e-mail.

Infine, l’ultimo ha a che fare con le credenziali del sistema pubblico di identità digitale, altresì note come SPID, oppure CRS/CNS con PIN di riferimento.

A quanto ammonta il valore del contributo del Bonus Dote Scuola 2020/2021?

Il valore base corrisponde a 200 euro. Tuttavia, l’importo finale può essere innalzato sino a 500 euro. L’esito, chiaramente, risulta strettamente connesso al numero definitivo di domande ammesse e alla completezza dell’utilizzo delle risorse economiche, stanziate ancora a disposizione.

Presentazione della domanda: dove effettuarla?

Direttamente sul sito internet dedicato, consultabile qui.

Ovviamente, a causa dell’emergenza relativa al Coronavirus, come per tutti i bandi in corso di validità, anche per Dote Scuola – Materiale Didattico, l’assistenza fornita ai cittadini a livello telefonico e via posta elettronica viene potenziata dalla regione lombarda. In questo modo, i diretti interessati non avranno alcun motivo per spostarsi dalla loro abitazione.

Come sapere se la domanda è stata accolta?

Per conoscere i risultati definitivi, occorrerà attendere. L’elenco definitivo comunque verrà pubblicato sulla suddetta pagina web.

Per ulteriori approfondimenti, il numero di telefono per l’assistenza ai cittadini è 02 67650090.