Con il Bonus prima casa under 36 tutti i cittadini potranno beneficiare di enormi agevolazioni per l’acquisto della loro prima casa.

Arrivano nuove agevolazioni per i cittadini italiani con meno di 36 anni d’età e interessati all’acquisto della prima casa.

Con la circolare n. 12/2021, l’Agenzia delle Entrate ha fornito tutti i dettagli relativi al cosiddetto Bonus prima casa under 36, introdotto dal DL Sostegni Bis.

La nuova agevolazione fiscale ha il fine di facilitare l’autonomia abitativa dei giovani acquirenti.

Gli obiettivi del Bonus prima casa under 36

L’obiettivo del bonus è quello di fornire agevolazioni ai giovani adulti, accelerare i tempi del loro distacco dal nucleo familiare originario e aiutarli a sostenere l’acquisto dell’abitazione dove andranno a vivere.

Il nostro Paese, con il DL Sostegni Bis, esenta gli under 36 dal pagamento dell’imposta di registro, ipotecaria e catastale e fornisce il riconoscimento di un credito d’imposta in caso di acquisto soggetto a Iva.

Veniamo ora ai requisiti specifici dei soggetti che intendono usufruire del bonus.

I requisiti per usufruire del Bonus prima casa under 36

Per beneficiare dell’agevolazione inserita nel DL Sostegni Bis, i cittadini devono possedere i seguenti requisiti:

  • non aver compiuto ancora 36 anni nel momento in cui viene stipulato l’atto d’acquisto della prima casa;
  • avere un ISEE (valore dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente) non superiore ai 40mila euro annui;
  • effettuare l’acquisto dell’abitazione in un periodo compreso tra il 26 maggio del 2021 e il 30 giugno del 2022.
  • non essere in possesso di altri immobili a uso abitativo. Non vengono considerati quelli acquisiti per successione, anche nel caso di comunione con altri successori, e in uso a titolo gratuito a genitori o fratelli.

Nel caso di coppie sposate, è sufficiente che soltanto uno dei due abbia meno di 36 anni.

Potrebbe interessarti anche: Superbonus 110%: come funziona, proroga e come ottenerlo

Bonus prima casa under 36: tutti i vantaggi

Il Bonus prima casa under 36 prevede tutta una serie di vantaggi per i giovani adulti che intendono acquistare la loro prima casa e rientrano nei requisiti elencati in precedenza.

Vediamoli nel dettaglio:

  • esenzione dal pagamento dell’imposta sostitutiva di registro, bollo, ipotecaria e catastale e delle tasse sulle concessioni governative;
  • se l’acquisto è soggetto a Iva, il riconoscimento di un credito d’imposta pari all’imposta pagata per l’acquisto. Si potrà beneficiare di tale credito in compensazione per mezzo dell’F24 o successivamente nel caso di imposte dovute su atti, denunce e dichiarazioni dei redditi;
  • benefici in caso di finanziamenti per l’acquisto, la costruzione e la ristrutturazione della prima casa.

Dopo la stipula del contratto di compravendita, il cittadino under 36 che intende usufruire dei benefici del bonus può presentare un’istanza formale di rimborso per recuperare l’imposta proporzionale versata per acconti e caparra, come sancito dall’art.77 del TUIR.

Inoltre, possono usufruire del bonus anche i cittadini che intendono acquistare l’immobile tramite asta giudiziaria o pertinenze all’abitazione come box o cantine.

Come richiedere il Bonus prima casa under 36

I cittadini che desiderano beneficiare del Bonus prima casa under 36 devono scaricare un modulo precompilato a questo link.

Il modulo va compilato e presentato in banca o a un intermediario finanziario aderente all’iniziativa.

L’elenco delle banche a cui è possibile presentare la richiesta è in continuo aggiornamento e disponibile sul sito di Abi e su quello di Consap.

Continuate a seguirci per rimanere sempre aggiornati sulle ultime agevolazioni per il cittadino!