Il crescente numero di contagi da Coronavirus e la paura per la sua diffusione, unita all’instaurazione di zone di quarantena (per restringere i focolai attualmente in atto) hanno originato preoccupazioni e disagi in molti viaggiatori costretti a rinunciare ai propri spostamenti su rete ferroviaria nazionale e internazionale.

Coronavirus: le compagnie che concedono il rimborso dei biglietti del treno

Trenitalia ha reso noto che concederà il rimborso integrale per tutti i biglietti acquistati fino al 23/02/2020 incluso a prescindere dalla tipologia di treno interessata ed indipendentemente dalla tariffa applicata per motivazioni, di forza maggiore, connesse al Coronavirus.

I passeggeri che desiderano rinunciare al viaggio dovranno farne richiesta entro il 1 marzo 2020 compilando un apposito form disponibile online sul sito di Trenitalia oppure recandosi presso una qualsiasi delle biglietterie muniti di precedente titolo di viaggio.

I biglietti relativi a treni: Intercity, Eurocity, Frecce e a tariffa mista saranno rimborsati con ticket di viaggio elettronici di corrispondente valore da utilizzare entro 12 mesi dalla data di emissione del bonus. 

rimborso biglietti del treno

I biglietti relativi ai treni regionali potranno invece essere rimborsati integralmente all’atto della richiesta; il riaccredito avverrà sulla stessa carta o strumento di pagamento utilizzato in origine per il saldo.

Anche Italo Treno ha pubblicato un comunicato in cui informa che procederà al rimborso integrale di tutti i biglietti acquistati fino alla data del 23/02/2020 incluso riguardanti viaggi programmati dal 24/02/2020 al 01/03/2020 inclusi causa impossibilità all’utilizzo derivante dalle conseguenze del Coronavirus.

Le tratte interessate dal rimborso sono le zone focolaio del nord Italia con esclusione di Campania, Lazio e Toscana. I passeggeri coinvolti dovranno farne richiesta presso le biglietterie autorizzate oppure scrivere all’indirizzo mail dedicato: cancellazioni@ntvspa.it, indicando nell’oggetto il codice del biglietto.

I rimborsi saranno erogati entro 30 giorni dalla richiesta tramite l’emissione di un voucher di pari importo utilizzabile per l’acquisto di ticket relativi a viaggi da effettuare entro il 31/07/2020.

Il Codacons interviene a supporto dei consumatori

Il Codacons è intervenuto per sostenere tutti quei viaggiatori interessati dai disagi derivanti dall’estensione del Coronavirus e dalle procedure di contenimento attualmente in vigore.

Tutti i passeggeri che, per cause di forza maggiore, e dunque impossibilitati a partire per provvedimenti delle autorità (di partenza oppure di destinazione) potranno richiedere il rimborso integrale dei biglietti ferroviari compilando l’apposito form disponibile online su questa pagina.

La partecipazione all’iniziativa del Codacons per risoluzione contrattuale causa forza maggiore è gratuita e rappresenta uno strumento per far valere i diritti dei consumatori.