Data di partenza: 1 luglio 2020. Stiamo parlando della Lotteria degli Scontrini 2020, novità introdotta dalla Legge di Bilancio 2020 per combattere l’evasione fiscale e premiare i cittadini più virtuosi in tal senso. Il principio alla base è molto semplice: lo scontrino che l’esercente rilascia, diventa a tutti gli effetti un biglietto con cui partecipare ad una lotteria che prevede una serie di premi. Fin qui tutto bene, ma davvero potremmo diventare milionari facendo acquisti?

Lotteria degli scontrini: cos’è

In Italia deve ancora partire, ma in altri Paesi europei non è certamente una novità. La Lotteria degli Scontrini, in ritardo sulla partenza precedentemente prevista per gennaio 2020, punta a combattere l’evasione fiscale incentivando i cittadini che esigono gli scontrini per i loro acquisti di prodotti o di servizi. Tali incentivi sono di sicuro interesse, dal momento che i premi partono da 10.000 euro fino ad 1 milione di euro, e per potervi partecipare si dovrà essere appunto in possesso di uno scontrino. Ad ogni modo, sono previsti dei premi anche per i negozianti stessi.

Lotteria degli scontrini

Lotteria degli scontrini: premi e dinamica

Come anticipato, i premi messi in palio per la Lotteria degli Scontrini 2020, sono di sicuro interesse. Per la precisione, stiamo parlando di tre estrazioni mensili da 10.000, 20.000 e 50.000 euro, e di un estrazione annuale da 1 milione di euro. Ciò che però risulta particolarmente interessante, è che i premi vinti saranno esentasse. Per coloro che preferiscono i metodi di pagamento elettronici inoltre, con l’ovvio intento di limitare la circolazione di denaro contante poco monitorabile, sono previsti ulteriori incentivi.

Per poter partecipare alla Lotteria degli Scontrini 2020, il cittadino dovrà preventivamente richiedere un codice lotteria, da comunicare all’esercente nel momento dell’acquisto. Nel momento in cui il commerciante dovesse rifiutarsi di trasmettere il codice lotteria, il codice fiscale del cliente, e i relativi dati della transazione all’Agenzia delle Entrate, il consumatore potrà segnalare l’accaduto. Aver negato al cittadino la possibilità di partecipare alla Lotteria, farà scattare in questo modo i controlli fiscali.

La dinamica per partecipare alla Lotteria degli Scontrini 2020 è abbastanza semplice. A meno di ulteriori modifiche, per ogni 10 centesimi spesi si riceverà un tiket virtuale, con una spesa minima superiore a 1 euro. Sostanzialmente, con 10 euro di spesa si dovrebbe aver diritto a 100 biglietti. Come detto, per coloro che pagano con carte di credito e bancomat, saranno previsti ulteriori incentivi, anche se per ora non sono disponibili ulteriori dettagli in merito.

Lotteria degli Scontrini 2020: partecipanti

Per poter partecipare alla Lotteria degli Scontrini 2020 si devono possedere alcuni requisiti basilari, tra cui:

  • essere maggiorenni;
  • essere la residenza in Italia;
  • aver effettuato gli acquisti fuori dall’esercizio dell’attività di impresa.

Ricordiamo che per partecipare alla Lotteria, si dovrà comunicare al commerciante il codice fiscale, analogamente a quanto accade già in farmacia, e il codice lotteria. Quest’ultimo dovrà trasmettere il tutto, insieme ai dati dell’acquisto, all’Agenzia delle Entrate.

Lotteria degli Scontrini 2020: in conclusione

Se potremo diventare milionari con la Lotteria degli Scontrini 2020, non è dato saperlo, d’altronde, stiamo pur sempre parlando di una Lotteria, dove la componente fortuna ha un ruolo fondamentale. Quello che è certo è che in altri Paesi europei è già attiva, e ha prodotto i suoi frutti.

La Lotteria nasce per combattere, o quantomeno arginare, la piaga dell’evasione fiscale, che in Italia ha raggiunto dimensioni davvero preoccupanti.

In altre parole, si spera che incentivando economicamente il cittadino, questo sia più propenso ad esigere quanto è giusto venga rilasciato dai commercianti, ovvero lo scontrino fiscale. Non resta che dire: buona fortuna!