Dal 4 maggio è possibile fare richiesta alla Regione Lombardia per richiedere i contributi straordinari per le famiglie in difficoltà a causa dell’emergenza sanitaria causata dal Coronavirus.

La giunta lombarda ha approvato il “Pacchetto famiglia” per erogare contributi alle famiglie che si trovano in difficoltà economiche a causa della pandemia per il Covid-19. Il bando prevede uno stanziamento di 16.500.000 Euro che verranno erogati a pacchetto a tutti i richiedenti in ordine cronologico, avendo i requisiti richiesti. All’interno dello stanziamento sono ritagliati 1.500.000 Euro per incentivare il Fattore Famiglia: con quote aggiuntive per le famiglie particolarmente fragili.

Di cosa si tratta

Le misure restrittive per fronteggiare la pandemia sanitaria stanno rallentando l’economia lombarda e mettendo in difficoltà le famiglie con minori che stanno subendo le situazioni di difficoltà lavorativa dei suoi componenti.

La Regione Lombardia per venire incontro a queste difficoltà temporanee delle famiglie ha varato la misura “Pacchetto famiglia”, concedendo contributi straordinari per:

  • per i mutui prima casa;
  • per consentire l’acquisto di dispositivi per la DAD (didattica a distanza).

Come funziona il “Pacchetto famiglia”

Dal 4 maggio 2020 gli aventi diritto possono fare domanda, saranno finanziate tutte le domande fino a esaurimento delle risorse.

Il contributo è a fondo perduto, per le due tipologie di aiuto non cumulabili:

  • mutuo prima casa: Euro 500 per il pagamento delle rate per l’anno in corso;
  • misura “E-Learning”: Euro 500 per l’acquisto di computer, tablet o notebook fino all’80% del costo totale.

Documenti da allegare

Bisogna allegare elettronicamente i seguenti documenti:

  • Per i mutui prima casa: quietanza di pagamento della rata di uno mese del 2020 o documento dalla banca che dimostri l’esistenza di un mutuo in corso.
  • Per il contributo “e-learning”: fattura o ricevuta fiscale che riporti il bene acquistato, con una data successiva al 24 febbraio 2020.

Nella domanda va riportato l’IBAN relativo al conto corrente dove ricevere il bonifico.

Il Fattore Famiglia Lombardo

Il provvedimento prevede l’erogazione di quote aggiuntive per le famiglie che presentano all’interno del nucleo familiare particolari condizioni di disagio:

  • numero complessivo di figli;
  • risiedere in regione da 5 anni;
  • famiglie che ospitano anziani da 65 anni in su o persone in gravidanza;
  • la presenza di disabili.

Chi può fare domanda

Il richiedente deve essere residente in Lombardia al momento dell’emergenza sanitaria causata dal Covid-19 e in una delle seguenti condizioni:

  • lavoratore dipendente subordinato, parasubordinato o rappresentante di commercio che ha subito una riduzione degli incassi lordi pari al 20% (comprese altre voci non fisse), rispetto alle competenze percepite a gennaio 2020;
  • per i lavoratori autonomi o liberi professionisti: dimostrare una riduzione del fatturato medio giornaliero rispetto al periodo antecedente al 21 febbraio 2020; oppure una diminuzione pari o superiore al 33% dei fatturati giornalieri paragonato all’ultimo trimestre del 2019;
  • decesso di una persona del nucleo familiare a causa del Covid-19;
  • certificato ISEE 2020 valido che dimostri un reddito pari o inferiore a 30.000 euro.

Le famiglie non in possesso dell’ISEE per il 2020, possono produrre la certificazione del 2019 con medesimi requisiti. Si può presentare domanda con riserva senza ISEE: c’è tempo 90 giorni per l’inoltro dell’ISEE, in caso contrario l’istanza è inammissibile.

Per il contributo “prima casa” e richiesto il seguente requisito:

  • un figlio di età pari o inferiore ai 16 alla presentazione della domanda.

Per il contributo “e-learning”, si richiede il seguente requisito:

  • un figlio con età compresa tra i 6 e i 16 anni.

Si può richiedere il contributo anche se al nucleo familiare appartengono minori in affidamento.

Quando presentare la domanda

Le istanze possono essere presentate dalle ore 12:00 del 04 maggio 2020 e fino alle 12.00 dell’11 maggio 2020 tramite la piattaforma bandi della regione: www.bandi.servizirl.it.

Modalità per presentare le domande

Registrarsi alla piattaforma con una delle seguenti modalità:

  • utilizzando il PIN della tessera sanitaria CRS/TS_CNS;
  • tramite lo SPID;
  • con il nome utente e password. Ci vogliono almeno 16 ore per ottenere ID e password.

Chi non fosse fornito di PIN o SPID può richiederli con la seguente procedura:

Si consiglia di effettuare la registrazione in anticipo e di aspettare la scadenza solo per l’inoltro dell’istanza.